Un angelo a metà

ROBERTO SARRA

UN ANGELO A META’

Pegasus Edition
Cattolica – Terza edizione – 2017

 

Una storia semplice, ispirata alla vita quotidiana della gente d’oggi, per lo più quarantenni alle prese con il lavoro e la loro affettività. Una fabula che si compie in un anno circa, rispettando l’ordine cronologico dei fatti narrati.
Luca, il protagonista, è un giovane architetto di provincia fortunato; dotato di talento, benestante, ha diversi amici che sono anche colleghi di lavoro e suoi punti di riferimento. Passioni normali per un uomo: il lavoro, le automobili, le belle donne. Unico cruccio non aver mai trovato il grande amore; perciò vive da solo nella sua villa vicino al mare. Nei momenti di solitudine meditativa rivela, poco a poco, un animo generoso e empatico con tutti: gli amici, la zia, e, soprattutto, i bambini del piccolo orfanotrofio della sua città. E’ come se vivesse in una favola bella, soprattutto quando gli capita d’incontrare Elisa, che lui paragona fin dal primo incontro a un angelo e che diverrà il suo angelo biondo e la sua donna. Ora, avendo anche l’amore, si sente completo e felice; ma…ecco il fulmine a ciel sereno, ecco il destino che gli taglia il cammino: scopre di essere affetto da un mare incurabile. Da questo punto in poi la narrazione diviene più spessa in un crescendo di suspence, tra dolore, disperazione, addio ai progetti di vita, decisioni irrevocabili. Emergono problematiche oggetto di discussione nel nostro mondo contemporaneo: l’assistenza ai bambini orfani, la lotta contro la malattia, la possibilità, solo spostandoci in Svizzera, di ottenere l’eutanasia. Ed è sull’eutanasia che si accentua l’attenzione del lettore, vuoi perché è un tema sentito da molti, vuoi perché l’autore riesce a descrivere ambienti e personaggi di quel piccolo mondo “di fine vita” in maniera coinvolgente. Non svelerò il finale per non togliere la suspence al lettore; però mi preme dire che a lettura terminata ci sentiamo piacevolmente coinvolti nella vicenda, perché hanno vinto la generosità e l’amore. E l’amore, se non può trionfare sulla morte, almeno può renderla serena e accettabile. Belle le unità descrittive del paesaggio mutevole e quelle relative alla guida dell’automobile, di cui l’autore deve essere un vero appassionato. Ben definiti anche i personaggi minori come il padre di Luca e la zia.

Biografia

Roberto Sarra Scrittore, Poeta, Critico letterario, Editore è nato a Rimini nell’Aprile del 1964 e vive a Cattolica rinomata località balneare del litorale Adriatico. E’ Autore di testi di numerose canzoni quali la sigla de “La Notte Rosa”, grande manifestazione che si tiene ogni anno sulla Riviera Romagnola, ha fatto parte della Redazione della Musical letterarietà del celeberrimo Premio Lunezia uno dei più importanti concorsi musicali italiani. Direttore del Portale letterario “Culturlandia”, vincitore di Premi Letterari nazionali ed Internazionali tra i quali il prestigiosissimo “Il Molinello” che annovera tra le sue fila i più grandi autori italiani (Primo Premio per la Narrativa Inedita). E’ laureato in Scienze della Formazione presso l’Università di Urbino dove ha svolto le funzioni di cultore della materia, tenendo lezioni di Management delle Risorse Umane. Presidente dell’Associazione Pegasus Cattolica è ideatore del Premio letterario Internazionale “Città di Cattolica Pegasus Literary Awards” del “Premio Internazionale Montefiore” e del “Pegasus Golden selection” .E’ membro di commissione valutatrice in diversi concorsi letterari italiani, è stato Presidente di Giuria del Premio letterario sui diritti del fanciullo “Ho diritto a…”. Ha curato le prefazioni di diversi autori e operato numerosissime recensioni critiche. Ha affiancato alle sue molteplici attività quella di presentatore in importanti manifestazioni. Relatore in conferenze e rassegne letterarie internazionali è stato insignito di onorificenza del Presidente dell’Ecuador e ricevuto numerosi riconoscimenti alla cultura. Sue opere sono state tradotte in varie lingue. Ha collaborato in qualità di critico per i testi inediti con la giuria del “Festival sotto le stelle” importante manifestazione canora sotto la presidenza dell’illustre Mogol e la direzione artistica del maestro Vince Tempera. Dirige la Pegasus Edition marchio editoriale dell’ Associazione Culturale Pegasus di Cattolica.

Annunci

2 thoughts on “Un angelo a metà

  1. pieramariachessa luglio 31, 2017 / 8:57 pm

    Un’interessante recensione la tua ad un libro senz’altro coinvolgente. Il racconto di un’esistenza normale che poi diventa altro nel momento in cui incontra la malattia e con essa anche sentimenti come l’angoscia. Come ben dici, si affrontano anche temi molto complicati, come l’eutanasia, e questa scelta non è sicuramente di secondaria importanza nel progetto dell’autore.
    Grazie, Franca.
    Piera

  2. cheneps agosto 2, 2017 / 3:36 pm

    E’ proprio come dici tu, Piera; sembra proprio che l’autore abbia voluto condurre l’intera vicenda, puntando il focus sul tema dell’eutanasia. Amore e morte e il dramma eterno dell’uomo, per un romanzo che esalta i buoni sentimenti.
    Ciao e grazie sempre
    Franca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...